Consigli per la lettura – Il re dell’uvetta


È difficile spiegare alla gente cosa ci sia di tanto bello negli insetti da girare con una lente sempre a protata di mano, o cosa mi spinga a svegliarmi prima dell’alba – magari nei giorni in cui potrei dormire – per andare prendere freddo in un bosco, armato di binocolo, per sperare di vedere un cervo.
Le passioni in generale – e quella per la zoologia non fa eccezione – nascono in modo irrazionale e crescono fino a diventare parte integrante della tua vita.

Fredrik Sjoberg (entomologo svedese) riesce a raccontare queste passioni con incredibile leggerezza e ironia, incrociando i racconti della propria vita con quelli della vita di Gustaf Eisen, scienziato ottocentesco, esperto di lombrichi apprezzato anche da Darwin, fondatore del Sequoia National Park, esperto di viticoltura e naturalmente incline a studiare tutto lo scibile di ogni nuova disciplina incontrata nel corso dei suoi oltre 90 anni di vita.

Leggere questo libro mi ha fatto tornare ai tempo dell’università, quando si andava in uscita didattica e alla sera, dopo la tradizionale dose di acquavite, i professori “scendevano dalla cattedra” e si mettevano a raccontare aneddoti.

Con alcuni compagni di studio continuiamo, dopo anni, a passare periodicamente qualche serata con alcuni di questi professori. Il piacere della loro compagnia è immutato.

Il piacere di questa lettura, per me, è stato incredibilmente simile.

Fredrik Sjoberg, “Il re dell’uvetta”. Iperborea

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...