Un anti-evoluzionista alla Casa Bianca

Mike Pence, ex governatore dell’Indiana, è il nuovo vice presidente eletto degli Stati Uniti d’America.
È considerato un fervente cristiano, conservatore, e soprattuto scettico riguardo la teoria dell’evoluzione naturale.

In quanto fermo credente, ritiene che tutto ciò che esiste è frutto della creazione divina. Immutabile e perfetta. Nessuno spazio per l’evoluzione, dunque.

In un suo discorso alla camera dei rappresentanti nel 2002 Pence afferma:

“I believe that God created the known universe, the earth and everything in it, including man. And I also believe that someday scientists will come to see that only the theory of intelligent design provides even a remotely rational explanation for the known universe.”

In sostanza, pur non avendo alcuna competenza scientifica, afferma che non solo Dio ha creato tutto ciò che esiste, ma che prima o poi gli scienziati arriveranno a capire che solo la teoria della creazione, del disegno intelligente, potrà spiegare i misteri dell’universo. 
Insomma, lui crede in Dio, quindi ha le risposte. Gli scienziati con i loro studi stanno solo perdendo tempo.

Ovviamente, non avendo gli strumenti per analizzare e comprendere una teoria scientifica, arriva anche a male interpretare il concetto stesso di “teoria”  che, è bene ricordarlo, in ambito scientifico è ben diverso da “ipotesi”

Essendo la teria dell’evoluzione naturale “solo una teoria” (nella sua testa, non in quella di chiunque abbia una conoscenza scientifica di base) nelle scule andrebbero imsegnate anche “teorie” alternative, come quella creazionista (questa sì un’ipotesi indimostrabile).

E perché la teoria creazionista sarebbe valida? Nella testa del vice presidente è ovvio: è la stessa teoria in cui credevano i padri firmatari della dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti.

Una validità scientifica per meriti storici, insomma.

“I would simply and humbly ask, can we teach it as such and can we also consider teaching other theories of the origin of species? Like the theory that was believed in by every signer of the Declaration of Independence. Every signer of the Declaration of Independence believed that men and women were created and were endowed by that same Creator with certain unalienable rights. The Bible tells us that God created man in his own image, male and female. He created them. And I believe that, Mr. Speaker.”

Il fatto che la dichiarazione di indipendenza sia stata firmata nel 1776 e “l’origine delle specie”, libro fondante della teoria evoluzionista di Darwin, sia stato pibblicato nel 1859 per Pence non ha alcuna importanza.

Una persona di questo tipo ai vertici di un paese che, nonostante tutto, è il faro mondiale per la ricerca scientifica e l’innovazione, rischia di essere qualcosa di più di un semplice imbarazzo.

Coraggio America!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...